Archivi categoria: ricette

Piccole soddisfazioni

Ieri sera abbiamo avuto degli amici a cena, finalmente. Era da tempo che dovevamo invitarli e per un motivo o per l’altro abbiamo sempre rimandato; la serata è stata super piacevole anche se leggermente troppo carboidratata e siamo stati benissimo. Hanno portato una torta gelato al caffè superlativa che ha glissato senza troppi complimenti i miei mini clafoutis alla fragola, che sarebbero stati ottimi se non avessi voluto fare di testa mia aggiungendo della farina perché il composto mi pareva troppo liquido. DEVE essere liquido. Riproverò senz’altro e metterò sul blog la ricetta con le foto, visto che in questi mesi di silenzio ho ricevuto un dono meraviglioso con cui posso finalmente scatenarmi.

Tornando alla cena, non ho precisato che i nostri amici, così come del resto anche il mio moroso, sono fumatori, e tutti e tre ci hanno dato dentro con le sigarette durante la serata, che si è protratta fino a tarda ora. Bene, sono felicissima di dire che né dopo la cena, né dopo il caffé, né mentre bevevamo l’amaro mi è venuto in mente di fumare, o ho provato il desiderio di farlo. In questo periodo così avaro di soddisfazioni, mi tengo stretta questa e vado avanti, sperando che vengano tempi migliori anche dal punto di vista meteorologico. Fa un freddo cane e di spiaggia o almeno piscina non se ne parla proprio.

Verranno tempi migliori.

Annunci

2 commenti

Archiviato in amicizia, bere, cibo, il fumo uccide, ricette

La prossima volta smetto in settembre

botero-banistas.jpg

Siamo a quasi tre mesi dallo stop alle sigarette ed il resoconto della bilancia è drammatico: sono quasi a +1,5 (quasi non vuol dire 1,4, vuol dire 1,8 … diciamo che approssimo per difetto). Certo, potrebbero essere anche di più, ma mi accontento di quelli che ho. Tenuto conto che ne avrei dovuti perdere già due o tre prima di smettere di fumare (almeno), ora siamo a 5. Da perdere. Io. Non ce la farò mai. Perchè non ce la farò mai?

1) Mi piacciono tanto i dolci, i dolcini ed i dolcetti;

2) Quando esco un aperitivo (anche qui l’articolo è un’approssimazione per difetto) non me lo leva nessuno;

3) Andare a correre mi disgusta, così come tutti gli altri sport e l’attività fisica in generale, compreso stirare, ovviamente;

Sto cercando affannosamente su Internet la DMEF – Dieta Magica dell’Ex Fumatore – come smettere di fumare e diventare nel contempo un/a modello/a -, ma per fortuna non la trovo. Dico per fortuna perchè tanto non riuscirei a seguirla. Trovo però tanti consigli di vario genere… Quelli più divertenti sono nei siti dedicati alle donne. Uno mi ha colpito: mi si consiglia di diminiure zuccheri e grassi (ma va??), di aumentare il consumo di frutta e verdura, (ma davvero?), di fare tanta attività fisica, e di stare tranquilla perchè normalmente le donne che fumano pesano circa 4 chili in meno delle coetanee non fumatrici, quindi è perfettamente normale riprendere questi chiletti una volta smesso di fumare. Un esercito di palloni aerostatici, praticamente. La nicotina è uno stimolante e attenua il senso della fame: quindi se non si vuole ingrassare, cos’altro fare se non diventare dipendenti da qualche geniale terapia sostitutiva?

Insomma, la prossima volta smetto in settembre.

Lascia un commento

Archiviato in cibo, come, femminismo, ricette

Ciminiera pasquale

I miei 3 lettori (non scherzo, in questi tre giorni tra Pasqua e Pasquette varie se sono passati di qua in 3 è tanto), non preoccupatevi (sono lunghe le notti senza sonno, eh?), non ho ricominicato a fumare (anzi), se non ho scritto è solo perchè non ho avuto tempo e non sapevo cosa scrivere di fumoso. Siccome mi hanno detto che non devo andare sempre OT allora mi devo attenere al tema che ho scelto per questo blog, per cui l’unica cosa che posso dire sul fumo è che sabato sera ho avuto una breve ma intensa (si fa per dire) esperienza fumatoria con il sigaro… orribile. A chi fuma spesso e volentieri le sigarette dico: piuttosto che fumare quei cilindri puzzolenti e rinsecchiti, tenetevi le marlborelle che è meglio. Fa schifo, ti pizzica la bocca e secondo me fa venire ancora più voglia di fumare. Ho dovuto lavare immediatamente il dolcevita che indossavo perchè odorava di ciminiera. Insomma, non fa per me, non sono una dal palato fine, io.

Per il resto qui abbiamo avuto delle feste di Pasqua che se non fosse stato per la “fugassa”  non ce ne saremmo neanche accorti: c’erano tutti gli ingredienti per un Natale con i fiocchi, neve compresa. Na schifezza insomma.

Io ovviamente non posso essere che di cattivo umore, e le sigarette non c’entrano: ora vorrei il sole, il mare, il caldo e uno stipendio fisso e soddisfacente … 😦

3 commenti

Archiviato in cibo, il fumo uccide, ricette

Sempre per non cadere in tentazione …

Domani saremo a pranzo da una cara amica, e io ho deciso di fare una torta. Ecco la ricetta: per quanto mi riguarda trattasi di alta pasticceria. Segnalo volentieri questo blog perchè mi pare pieno di squisitezze. L’ho appena sfornata e non so come sia venuta… speriamo che sia buona, altrimenti mi prenderanno tutti in giro come quella volta che ho carbonizzato una povera, innocente tortina al cioccolato (che peraltro è stata comunque spazzolata in men che non si dica).

Anche questa torta si inserisce nella serie: non fumo, ma compenso!

Lascia un commento

Archiviato in cibo, come, cosa, ricette