Archivi del mese: febbraio 2008

Contributo di 200 € per l’acquisto di un pc

risparmiare.jpgQuesto articolo è quasi completamente OT, se non per il fatto che si riallaccia alla mia breve nota di qualche giorno fa sul piccoletto dei miei desideri, l’eee pc.

Smanettando nel sito italiano dedicato al computerino, ho trovato questo interessante post, che linko molto volentieri. Pare che il Ministero delle Finanze, nella persona del Dipartimento del Tesoro, abbia stanziato una somma piuttosto ragguardevole quale contributo all’acquisto di un pc desktop o portatile per coloro i quali, come chi scrive, si pregiano di avere in essere, come si suol dire, un meraviglioso contratto di lavoro parasubordinato, sia esso co.co.co., co.co.pro. o assegno di ricerca. Vi sarà la possibilità di usufruire del contributo entro il 31 dicembre del 2008 e comunque fintanto che le risorse stanziate non si esauriranno.

Per i dettagli tecnici, i capi di legge e l’elenco dei rivenditori che hanno aderito all’iniziativa, rimando al sito ufficiale del progetto.

Mi pare una cosa estremamente interessante e da sapere, e mi chiedo di cosa si occupino i giornalisti, e gli addetti stampa di coloro che queste leggi le hanno promosse e promulgate. Tutti a fare la fila al tribunale per il delitto di Erba? Bah.

4 commenti

Archiviato in cosa, IT

Lo “Smettometro” e altre amenità

Girellando per la rete stasera (invece di andare a Yoga…) ho trovato un sacco di cose interessanti che vorrei registrare.

1. Daibolico: QUITOMZILLA, un’estensione di Firefox che aiuta a smettere di fumare mentre si naviga on line o si aspetta che arrivi una nuova mail… mostrandoci quanti soldi, tempo e sigarette abbiamo risparmiato da quando abbiamo smesso. Per gli amanti delle statistiche e avidi di dati è l’ideale. Ovviamente l’ho istallato immediatamente.

2. Da qui, transitando per il tramite di questo interessante articolo (interessante sapere che l’estensione di cui sopra è personalizzabile anche con altre dipendenze: troppi spriz? shopping addicted? non riuscite proprio a lasciare il vostro topo da compagnia nella sua gabbietta? Ecco l’addon che fa per voi), ho scoperto anche http://www.quitometro.org, un software in spagnolo che ti permette le solite statistiche, una chat con altri sciagurati come te che stai smettendo di fumare, e altre amenità. Questo non lo scarico, giuro.

4. Parlando seriamente, un post interessante su altri dati statistici sui quali non avevo mai riflettuto: lo stato ci guadagna un sacco sulla vendita delle sigarette, nonostante le spese mediche per curare quelli che si ammalano, anzi, conviene che ci sia una fetta di popolazione che crepa prima per pagare per meno tempo le assicurazioni, le spese mediche eccetera eccetera eccetera. A parte il fatto che non credo ciecamente all’equazione fumo=morte certa, sono comunque dati che fanno riflettere tutti i contribuenti che, come me, già contribuiscono più che abbastanza al benessere dei nostri amministratori. Non gli servono anche le accise delle mie cicche, no?

4. Ecco una campagna antifumo che ha il suo perchè. Buona visione e alla prossima!

4 commenti

Archiviato in cosa, IT

Mani impegnate

Ecco con cosa vorrei tenere le mani impegnate durante questo lungo, lunghissimo periodo di astinenza…

eee pc white

L’unica cosa che non mi convince sono le casse a lato dello schermo (avrei privilegiato la dimensione del monitor, tanto comunque per avere una qualità audio decente si dovrà ricorrere ad una periferica), però per il resto è strepitoso. Ovviamente non per lavorare, ma da pendolare (trenitalia, purtroppo) me la godrei un sacco a scrivere i post e le mie altre cosucce mentre sono in treno, e poi potrei portarlo sempre con me visto che è veramente leggerissimo.

Aspetterò le evoluzioni tenendo d’occhio i vari punti di riferimento: questo, questo e questo.

2 commenti

Archiviato in cosa, IT

Smoking China

Mi stavo dimenticando la cosa più importante. Sabato sera, a caccia di emozioni low cost e trascinati più dall’austerity che dal reale apprezzamento per il cibo, siamo andati al ristorante cinese. Eravamo in nove, di cui 7 mangianti e 2 rifiutanti. In effetti non è che il cibo cinese che ci danno in Europa sia esattamente il massimo per il palato (e lo stomaco).

Ovviamente ci siamo divertiti un casino, anche perchè un nostro caro amico in un momento di ebrezza alcolica ci ha confidato che forse sarà candidato alle prossime elezioni… non posso scrivere con chi, purtroppo. Se verrà eletto sul serio sarà la prova che i miracoli esistono e allora io riuscirò davvero a smettere di stabaccare. Ad ogni modo dei nove presenti solo un paio sono fumatori accaniti, per cui non è stato difficile resistere, anche perchè fuori faceva freddissimo e, nonostante il noto amore dei cinesi per le cicche, non mi passa neanche per l’anticamera dei bronchi di uscire all’addiaccio per fumare. Meno male.

La cosa più buffa di quel ristorante è che dopo la cena, se gli si chiede un digestivo cinese con il “bicchierino speciale”, portano il solito intruglio alle rose (che tra l’altro mi piace, nonostante abbia un vago retrogusto di detersivo per i vetri, o forse proprio per quello) in dei graziosi bicchierini che nascondono un trucchetto: hanno un doppio fondo che mostra un’immaginetta osée (sia maschile che femminile) solo se sono pieni. Presente le pennine che, girandole, mostravano la figura nuda? Ecco, quelle. Un regalo ideale per una zia (o suocera, perchè no!) . Cercando un’immagine del bicchierino in questione ho trovato questo post: a lei però mi sa che è andata meglio (2 amiche con 6 uomini, hi hi hi).

crazy_signs_smoking_ok.jpg

Lascia un commento

Archiviato in cibo, cosa, dove, quando

Tutto liscio

Finora tutto liscio. Nessun tiro, nessun cedimento, niente. Non sembro nemmeno io!

Il concerto di Vincio Capossela è stato emozionante, eravamo solo un centinaio di persone e l’atmosfera era estremamente intima. Ha eseguito alcune lamentazioni di Michelangelo e parecchi brani da “Canzoni a Manovella” che è poi il mio album prefrerito fra i suoi, o almeno quello che conosco meglio. Verso la fine del concerto ha anche cantato la mia preferita in assoluto, I pianoforti di Lubecca. Memorabile. Poi non pensavo fosse così raffinato e bravo dal vivo.

L’unico neo è stata la lunga attesa (che in altri tempi mi avrebbe portato a fumare un fantastiliardo di sigarette almeno) l’ora tarda ed il conseguente ritardo mastodontico in ufficio la mattina dopo. Ma no cigarettes, e questo è ciò che conta!!

Ed è filato tutto liscio anche durante il week end. Che sia un miracolo?

A proposito di “Canzoni a Manovella”, ho scovato un bel blog a tematica musicale che si intitola proprio così: http://canzoniamanovella.blogs.it/

Lascia un commento

Archiviato in eventi, musica, perche

Il concerto dei congiurati

Oggi è San Valentino, non che mi interssi in realtà. Però ecco come trascorrerò la serata:

http://brunelloantiruggine.blogspot.com/2008/02/vinicio-capossela-per-gli-innamorati.html

Uno che fuma poco e niente …

Ecchilo! Tu quoque

Speriamo che nel nuovo album abbia iserito una canzone del tipo “La Ballata del Non Fumatore”, oppure che l’album si intitoli “Buttiamo i cerini”.
Chissà se ce la farò anche stavolta, ogni uscita è un grosso rischio: stasera siamo in 5, di cui 3 fumatori armati fino ai denti e uno che non ha mai fumato in vita sua (ovvero molto poco attendibile). Un San Valentino piuttosto affollato!

Lascia un commento

Archiviato in dove, eventi, musica, quando

11 Gennaio 2008 – 12 Febbraio 2008 – IMPL

11 Gennaio 2008: Scrivo a chiare lettere questa data, perchè è stato l’ultimo giorno della mia vita precedente, ovvero la mia vita da fumatrice. Ora sto difficilmente tentando di reincarnarmi in qualcos’altro… diciamo che per ora sono una crisalide. La storia ve la racconterò nell’antefatto, ora vorrei soltanto spiegarvi le motivazioni per cui ho deciso di tenere questo diario.

13 Febbraio 2008: Il mese appena trascorso, è stato per me Il Mese PLungo, però anche il più esaltante. Niente nicotina, nessuna inalazione (volontaria, per lo meno) di sostanze inebrianti come il catrame o l’ammoniaca, parecchi soldini risparmiati, complimenti dagli amici e dai colleghi. Ora la musica sta decisamente cambiando: nessuno ha più voglia di parlarne, gli amici (anche più che amici, a dire il vero) fumatori mi schifano parecchio, morti di invidia o di gelosia, e il morale non è più alle stelle come prima. Pertanto, ho deciso molto catarticamente di tenere un diario in cui registrerò, per quanto possibile quotidianamente, i miei bioritmi da ex tossica (di nicotina, si intende), nella speranza di essere utile a quanti hanno deciso di intraprendere il mio stesso, luminoso sentiero. Ok, è una balla. Spero di essere utile soprattutto a me stessa e alla mia battaglia contro il pacchettino azzurro…

Se ci siete ancora e non siete corsi dal tabacchino a comperarvi le cicche, (come peraltro vorrei fare io), non mi resta che augurarvi buona lettura e ringraziarvi per essere passati di qua.

1 Commento

Archiviato in come, dove, perche, quando