Archivi tag: delirio

Da cosa si vede se uno fuma.

Un post più leggero per smaltire la sbornia triste del post elezioni.

Qualcuno è capitato nel mio blog cercando esattamente queste parole chiave: da cosa si vede se uno fuma. Questo è un grido d’allarme che non può rimanere inascoltato. Allora, in ordine sparso ti scrivo, caro amico sconosciuto (ci scommetto che sei un maschietto) i vari indizi che portano all’inevitabile conclusione: uno si dota di sigarette, accendino, cerini, cartine, tabacco, filtrini ed altri gadget esteticamente orrendi, insomma tutto l’armamentario del giovane tabagista/fumatore. Siccome l’adolescente è di per se sbadato lascia in giro i pezzi: è inevitabile che si faccia sgammare. Occhio soprattutto alle cartine trasparenti che foderano i pacchetti di sigarette: non si sa perchè, ma non stanno mai al loro posto … Se si tratta di un adolescente precisino è più dura, ma tendenze maniaco ossessive (tipo urla sfrenate se si sfiora con il pensiero la tasca destra del giubbetto) rivelano a volte più di quanto si tenderebbe a pensare. Poi una certa aria da arrivato, da uno che ha scoperto come va il mondo, che si sa divertire, che sa stare al gioco, uno tranquillo insomma. Elementi fisici che tradiscano il fumatore secondo me non ce ne sono, se è quello che indendevi.

Se invece la richiesta proveniva da una bimba le dico solo una cosa: lascia perdere. Si va da lì alla playstation (o quello con cui giocano adesso) fino a 30 anni. Trovatene uno in gamba, che da qualche parte ce ne saranno ancora, se proprio devi.

Chissà se ho imbroccato. Amico o amica sconosciuti, per favore fatemi sapere se ho indovinato. Sherlock che non sono altro, si vede che anni e anni di tabagismo non mi hanno del tutto rovinato. 🙂

Annunci

4 commenti

Archiviato in cosa, il fumo uccide

Cinque anni di celodurismo davanti.

Si vede che ai miei compaesani basta e avanza uno che minaccia insurrezioni armate perchè i simboli sulla scheda elettorale non si leggono bene (forse non li legge lui, a me e a mia nonna di novant’anni parevano chiarissimi); si vede che le mie concittadine non si sentono per nulla offese dalle battute machiste del capo del governo designato; si vede che i miei vicini di casa e compagni di scuola sentono che i loro interessi sono tutelati da gente che da più di 15 anni urla e strepita ma che di concreto, quando ne ha avuto la possibilità, per le nostre terre non ha fatto un bel niente; si vede che i nostri insegnanti e gli adulti che ci hanno cresciuto non hanno saputo trasmetterci altro che l’attaccamento al nostro peraltro esteticamente discutibile campanile. Evidentemente, i nostri compaesani doc e stranieri hanno bisogno della catarsi collettiva, di sentirsi le vittime designate di uno stato che non c’è, e di credere che se i servizi pubblici fanno schifo è colpa dei romani, degli stranieri e comunque de “chealtri”. Noi, che da che mondo è mondo tiriamo a lucido il pavimento dentro casa e bruciamo la plastica in cortile; noi, che dalla notte dei tempi rincorriamo il mito del vestito della festa; noi, che le donne fino a 60 anni fa le facevamo mangiare sulle scale. Noi, a quanto pare non abbiamo ancora capito un cazzo.

Ecco i risultati delle elezioni al mio paese:

cameranosimboli

Si invitano pertanto tutti i cittadini maschi a rifornirsi di viagra e fazzoletti verdi, le cittadine a minursi di sorrisi e scollature, ed entrambe le categorie così agghindate a riunirsi sulla pubblica piazza, dove intoneranno in coro che la Lega ce l’ha duro, che Roma è ladrona, e che Silvio c’è e grazie Silvio, giurando nel contempo sulla testa dei propri figli che credono nella capacità di questi individui di risollevare le sorti di questa nazione. Poi potranno poi brindare tutti insieme grazie ai miliardi risparmiati dall’ICI sulla prima casa. E lasciateci lavorare!

8 commenti

Archiviato in come, cosa, Italia allo sfascio, quando

Nicotina mon amour.

Riporto interamente e senza censure una conversazione tenutasi oggi tra me ed un mio caro, vecchio amico. Quello che è incredibile è che nessuno dei due era sotto l’influsso di alcuna sostanza psicotropa. Ovviamente modificherò il nome per questioni di privacy (e di dignità, più che altro).

12:52 PM Mr Muscolo: Bellezza,
12:53 PM una riflessione
me: dimmi
Mr Muscolo:da quasi ex-fumatore
me: ah ah ah
Mr Muscolo: allora
me: hai letto il blog
Mr Muscolo: si bella l`idea
e anche la realizzazione
ma il concetto e` questo
12:54 PM la dipendenza e` fisica
ed e` quella piu` difficile da combattere
me: secondo me no
Mr Muscolo:perche`
12:55 PM me: però penso anche che ognuno di noi abbia un corpo e una mente differente
chi più chi meno
mente intendo
Mr Muscolo:alimenta e fa nascere quella psicologica
se il tuo corpo ha bisogno di liquidi
hai sete
se hai bisogno di vitamine ti fa venir voglia di arance
12:56 PM se hai bisogno di proteine magari ti vien voglia
di formaggio
o carne
le voglie delle donne incinte sono dovute a questo
repentinamente il fabbisogno di diciamo zuccheri aumenta
12:57 PM e tu hai voglia di panettone ad agosto
se il tuo corpo ha bisogno di nicotina
non necessariamente ti viene voglia fi fumare
e qui sta il concetto
12:58 PM io credo fortemente che anche quando uno pensa che schifo le sigarette
del tipo non me la fumerei mai un`altra sigaretta
in quel momento e` il tuo corpo che ti dice ho bisogno di nicotina
esempio classico
serata, sabato sera
12:59 PM fumi un pacchetto di sigarette
al mattino della domenica ti svegli e dici
oggi niente sigarette
e poi ti ritrovi dopo un paio d`ore
che con il caffe` te ne accendi una
ora arrivo alla conclusione
1:00 PM le sigarette sono subdole
e quando credi che te ne stai liberando loro arrivano e ti seducono
ti dicono e tu pensi
ma che bravo sono stato a non fumare
pero` intanto ti mettono in testa
1:01 PM l`atto del fumare
ed e` li` che bisogna vincere
forse sono paranoico
1:02 PM ma mi ricordo che nel periodo in cui avevo smesso davvero
al mattino mi guardavo allo specchio e dicevo beh e` un po` che non fumo

1:03 PMMr Muscolo:e poi mi dicevo il fatto che io stia pensando alle sigarette vuol dire che il mio corpo mi sta dicendo che ha bisogno di nicotina
e’ adesso che devo resistere
1:07 PM sono delirante
?
(tra le righe ho voglia di una sigaretta)
1:08 PM me: Secondo me è una questione solo di testa
il tuo corpo dopo 15 giorni non si ricorda più cos’è la nicotina
a livello fisico
il resto lo fa la tua mente
e comunque secondo me è normale ricordarsi delle sigarette
perchè se hai fumato per 15 anni è dura dimenticarsene
1:09 PM Mr Muscolo:questo è vero
me: poi cmq c’è sempre una percentuale di:
mi sento figo con la cicca
la cicca mi da sicurezza
mi tiene le mani occupate mentre aspetto il tram
1:10 PM che per quanto inconsce sono sempre in agguato
Mr Muscolo:io mi sento che un fumatore però lo sarà per tutta la vita, nel senso che sarai sempre sul punto di ricominciare anche quando non te lo aspetti
si
me: non lo so …
secondo me se hai veramente chiuso hai chiuso
Mr Muscolo: infatti le sigarette più facili da eliminare sono quelle di attesa
me: certo che non sarai mai come uno che non ha mai fumato, questo sì
Mr Muscolo:quelle più dure sono quelle da rito
me: pensa che per me le peggiori sono quelle di attesa invece
1:11 PM Mr Muscolo:tipo caffe’=sigaretta
dopo pranzo
dopo cena
me: perdo il treno? subito cerco la cicca
Mr Muscolo: davvero?
me: quelle dopo pasto io le ho sostituite con un caffè o una tisana
ho cambiato rito
tieni conto che non bevevo caffè prima
Mr Muscolo: fatto bene
me: ora lo bevo, d’orzo ma lo bevo
Mr Muscolo:comunque il tuo blog è davvero interessante ed è una bella idea
1:12 PM me: (preferirei un montenegro ma capisci che non è sempre possibile!)
Grazie caro, tu leggimi sempre e commenta!!
Ovviamente l’interessato capirà che si tratta di lui… eventualmente potrà modificare il suo nick se non gli garba, a me pareva carino!

1 Commento

Archiviato in cosa, perche